Come riconoscere un'area danneggiata dall'umidità

L' umidità in un edificio è causata principalmente dalla risalita capillare dell'acqua che dal terreno si infiltra all'interno dei materiali da costruzione di un immobile. La presenza di umidità si riconosce dalle seguenti caratteristiche:

  • macchie sulla muratura
  • cattivo odore nell'ambiente
  • sfaldarsi delle tinteggiature
  • sgretolamento dell'intonaco o del materiale da costruzione

Come deumidificare

Deumidificare permette di evitare il degrado degli edifici, di mantenere salubri gli ambienti e di evitare la dispersione di energia. Le deumidificazioni possono essere effettuate:

  • con il risanamento delle infiltrazioni d'acqua per controspinta: metodo ideale per aree con bassa percentuale di umidità. Prevede l'inserimento di alcune puntazze nel terreno che, provocando un'inversione del campo magnetico, favoriscono la discesa verso il basso dell'acqua.
  • con l'applicazione di una barriera chimica oligomerosilossanica: con questo metodo la deumidificazione avviene attraverso l'inserimento nella muratura, di sostanze chimiche idrofobizzanti (pre-polimeri e monomeri silanici) che impediscono la risalita dell'umidità. Per applicare il trattamento è necessario forare il muro ogni quindici centimetri, affinché tutta l'area venga non solo risanata, ma anche protetta. Il composto chimico viene inserito grazie ad un dispositivo airless a bassa pressione.
  • attraverso l'applicazione di un intonaco deumidificante macroporoso: i muri con una bassa percentuale di umidità possono essere trattati inizialmente con un liquido salino che consente di eliminare la parte scrostata esistente. Successivamente è necessario applicare uno speciale intonaco macroporoso (dotato di una struttura tale da permettere di assorbire l'umidità residua agendo come spugna) posato a mano aperta e dello spessore di 3 o 4 centimetri che abbia una funzione di rinforzo strutturale. Dopo la posa dell'intonaco il trattamento termina con l'applicazione a rullo, a spruzzo o con il pennello di una sostanza idrorepellente capace di favorire l'evaporazione dell'acqua residua.
Share by: